Vai a sottomenu e altri contenuti

La lingua

Ad Alà si parla il logudorese settentrionale, variante del sardo presente nel Mejlogu, in Anglona, nel Montacuto, nella Gallura meridionale, a Luras, Ploaghe, Pozzomaggiore. Secondo Max Leopold Wagner questa variante si distingue per alcuni suoni speciali derivanti dalla ''lisca toscana''.

Caratteristiche che distinguono l'alaese dal logudorese comune sono: la sonorizzazione delle consonanti sorde intervocaliche (PAGHE invece di PAKE, NEBODE per NEPOTE); il gerundio con la desinenza ''-endhe'' e non ''-andhe''; la palatizzazione dei nessi PL e FL (PIOERE e non PLOERE, FIORE e non FLORE); la spagnolizzazione del nesso CL (OJU e non OCLU); il passaggio ''R>L'' (OLTU inece di ORTU, ALTU per ARTU); la caduta della ''B'' iniziale (ISTRALE e non BISTRALE; OE e non BOE) o la sua trasformazione in ''V'' nel plurale (BIDEA al plurale si legge VIDEAS, BATTU al prurale si legge VATTOS); la lenizione di alcune consonanti ad inizio parola (FENU si dice quasi come VENU, CADDU come GADDU).

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto