Vai a sottomenu e altri contenuti

Il costume tipico

Il costume tipico oramai è utilizzato solamente in occasione di manifestazioni folkloriche. Non si usa più come abito di tutti i giorni dalla prima metà del secolo scorso.

La maggior parte dei costumi usati dai gruppi folk sono ricostruiti da sarte del paese, ma ne esistono ancora degli originali, risalenti al XVII secolo.

Il costume maschile è formato dalla tradizionale ''berritta longa'' in panno nero che venne poi sostituita nel modo di vestire borghese dalla ''berritta'' corta. La camicia (''su 'entone'') è di cotone bianco senza colletto, e sopra di essa viene indossato il gilet, ''su colpette'', di velluto granato davanti e di panno nero dietro. Sulla parte in velluto è presente un ricamo di fiori, eseguito con filo di seta. Completano il costume ''sa tzintula'' (cintola in pelle nera o castana), ''sas ragas'' (le braghe) in panno nero usate sopra ''sos caltzones'' in cotone bianco e ''sos cambales'' (i gambali) in pelle.

Il costume femminile è formato da ''su mucadore'' in lana, di colore nero o castano, dal busto - ''s'imbustu'' - di colore rosso e oro, irrigidito con telaio di giunco, che si posiziona sopra ''sa camija'' in cotone bianco. Ancora, ''su corittu'', giacca di panno rosso con sette bottoni nei polsi e ''sa 'unneddha''. Quest'ultima - la gonna - è di panno nero con balza ricamata ed è coperta sul davanti dal grembiule (''su pannellu'') di seta nera con composizioni floreali di colore rosso/violaceo.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto