Vai a sottomenu e altri contenuti

Le Regioni storiche

La neonata provincia Olbia-Tempio comprende ben 4 regioni storiche della Sardegna: Montacuto, Gallura, Anglona e Barionia.

L'Anglona è rappresentata solamente dal comune di Badesi, che inizialmente non aderì al nuovo ente intermedio, ma lo fece in corso d'opera nel 2003.

La Baronia è rappresentata da una porzione di territorio corrispondente alle frazioni meridionali del comune di Budoni.

Gran parte del territorio è invece riconducibile a due delle regioni storiche più estese dell'isola, il Montacuto e la Gallura.

Il Montacuto è stato letteralmente tagliato in due dalla delimitazione provinciale: la parte occidentale è rimasta con Sassari, quella orientale è confluita nel nuovo ente. Quest'ultima parte comprende i territori di Oschiri, Berchidda, Buddusò, Alà dei Sardi, gran parte dei territori di Monti e di Padru, la parte meridionale del cosiddetto ''Salto di Olbia'' (Mamusi, Sos Coddos).

La Gallura è il cuore della provincia: rappresenta più del 60% del territorio complessivo. Della Gallura storica, solo i comuni di Viddalba e Erula sono rimasti fuori dal nuovo ente. Essa comprende tutti gli altri comuni non menzionati finora, più parte del territorio di Monti (Su Canale/Enas) e di Padru (Biasì), la parte più settentrionale del ''Salto di Olbia'' (Berchiddeddu). Le valli gemelle di Olevà e del Lernu rappresentano il confine storico e naturale - assieme alla catena del Limbara e al Monte Nieddu - tra la Gallura e il Montacuto occidentale.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto